E mi hanno detto che sono stronza.
E mi hanno detto che sono cambiata.
Che sono acida.
Che non ascolto.
Mi hanno detto che ho lo sguardo perso.
Che sono apatica.
Pure che sono strana.
E che non sono più la stessa.
E non mi hanno mai chiesto perché.

(via sebastasseroleparole)

È strano il tempismo con cui accadono le cose brutte.
Ti convinci che puoi farcela, che essere felice non è altro che una scelta, che le cose si sistemeranno e che se ti succedono delle cose evidentemente sei abbastanza forte da sopportarle.
Lotti per mesi. Cominci ad uscire, a conoscere persone nuove, a farti degli amici e ti rendi convto che spesso sorridere ti viene spontaneo.
Sei decisa a non guardarti più indietro.
“Io non sarò la storia triste raccontata in un giornale o in qualche talk show” ti dici.
E poi succede di nuovo.
Crolla tutto e proprio un attimo prima che tu riesca a spostati ti piomba addosso, più pesante di prima.

Che poi, la mia principessa preferita resterà sempre e comunque Fiona.

Lei è forte. Sta da sola in una torre controllata da un drago, senza piangere, lagnarsi o condannare l’intero regno ad un sonno secolare.

Progetta un modo per salvarsi da sola e al principe gli fa il culo! Picchia forte e non duetta con gli animali, se li mangia!

E’ disposta a mandare a puttane tutti i soldi e la bella vita per la persona che ama. 

Non le interessano i vestiti, le scarpe e l’opinione che gli altri hanno di lei. 

Fiona e Shrek rimarranno per sempre la mia coppia preferita. 

Il mio “per sempre felici e contenti”. 

-Io sono il rumore del mare